Biennale di Venezia, Golden Goose inaugura la HAUS of Dreamers – .

Un contenitore di sogni, arte, cultura, musica e artigianato. In occasione della Biennale di Venezia 2024, Golden Goose ha inaugurato HAUS o Dreamers in quella che fu la sua primissima sede a Marghera, porto industriale di Venezia, una “piattaforma culturale dove contaminazione, confronto, creatività sono lasciate libere. Liberi di esprimersi, di volare, di immaginare emozioni”, spiega a ICON Silvio Campara, amministratore delegato e anima di Golden Goose. Un progetto che ha impiegato sei anni per venire alla luce e dare vita a un percorso completamente immersivo di 22mila metri quadrati che inizia nella Manovia, uno spazio dedicato all’innovazione e alla riparazione volto a dare nuova vita ai prodotti Golden Goose e non solo, e che poi continua inArchivio, un luogo magico ricco della storia di un brand “che è nato prima con borse e abbigliamento, perché le sneakers, ormai il suo cuore pulsante, sono arrivate solo dopo”, racconta Campara. L’immersione continua poi nella Biblioteca, con un impressionante catalogo di libri che raccontano la storia e la cultura dello streetwear, skate, hip-hop, Playground (Auditorium), progettato per educare e offrire approfondimenti sulla cultura, sul patrimonio del marchio e altro ancora. Questi luoghi inviteranno i visitatori a esplorare la propria creatività e ad immergersi nell’universo dorato.


La “Manovia” in HAUS of Dreamers di Golden Goose

“Tra i luoghi più simbolici della nostra HAUS c’è l’Hangar, che per noi ha la stessa valenza di una piazza, un luogo di condivisione, di contaminazione, che metteremo a disposizione degli artisti che lì potranno esporre le loro opere”, continua Campara. Ed è qui che in occasione dell’inaugurazione della nuova location si è esibito una performance dello scultore italiano Fabio Viale. Nella sua installazione, Viale ha trasformato le colonne di marmo nelle tipiche ‘Briccole’ veneziane, sculture che venivano bruciate davanti al pubblico, rappresentando il patrimonio di Venezia, emblema tra passato e presente, mito e realtà. Per celebrare l’apertura di HAUS, Golden Goose ne ha riuniti anche altri tre artisti poliedrici provenienti da diverse discipline: l’artista visivo argentino Andrés Reisinger, la pittrice franco-italiana Maïa Régis e la cantante portoricana Mia Lailani.



1/2

L’esibizione di Fabio Viale



2/2

La creazione congiunta di HAUS of Dreamers

«HAUS è una celebrazione dell’artigianato, della cultura e dell’arte. Più che uno spazio fisico, è un sogno che prende vita: il luogo in cui è nato il marchio e ora una casa permanente per la nostra comunità di Dreamers. Da Marghera alle altre metropoli del mondo”, spiega l’amministratore delegato del brand. Il 20 e 21 aprile HAUS ha aperto per la prima volta al pubblico grazie a HAUS Week, una serie di performance e workshop che celebrano la creatività e la libertà di espressione. Collaborando a stretto contatto con artisti, artigiani e membri della comunità locale, HAUS mira a restituire al territorio promuovendo il dialogo interculturale. I workshop metteranno in evidenza l’upcycling con LPR & SWAMPGOD, la sartoria con Franco Puppato, aree dedicate Co-creazione con i creatori di sogni di Golden, lezioni di ceramica con Power Notte, incisione su vetro con Matteo Seguso. Un omaggio alla cultura e alla moda prenderà vita con una skate session con Fotta Skate accompagnata dalla cura musicale di Alberto Bof, una performance teatrale del giovane poeta Giorgio Maria Cornelio, una video installazione curata da Gandhara e molto altro. Una serie di incontri incentrati sull’arte, cultura e scarpe da ginnasticaco-ospitato da NSS, chiuderà la serie di eventi di due giorni.

Il 20 e 21 aprile HAUS aprirà al pubblico per la prima volta con la HAUS Week, una serie di performance e workshop che celebrano la creatività e la libertà di espressione. Collaborando a stretto contatto con artisti, artigiani e membri della comunità locale, HAUS mira a restituire al territorio promuovendo il dialogo interculturale. I workshop metteranno in evidenza l'upcycling con LPR & SWAMPGOD, la sartoria con Franco Puppato, aree dedicate alla Co-Creazione con i Dream Makers of Golden, lezioni di ceramica con Power Notte, incisione del vetro con Matteo Seguso. Un omaggio alla cultura e alla moda prenderà vita con una skate session con Fotta Skate accompagnata dalla cura musicale di Alberto Bof, una performance teatrale del giovane poeta Giorgio Maria Cornelio, una video installazione curata da Gandhara e molto altro. Una serie di conferenze incentrate su arte, cultura e sneakers, co-ospitate da NSS, chiuderà la serie di eventi di due giorni.

Tag: Venezia Biennale Golden Goose inaugura HAUS Dreamers

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

PREV «Differenziamo di più e meglio» ~ CrotoneOk.it – .
NEXT Naturosa Bike & Co. Ragusa protagonisti al 22° Memorial di Cannarella a Monterosso Almo – Ragusa Oggi – .