Le mille vite di Showboat attraccano ad Arezzo. I fiumi di Giovanni Frangi illuminano la Galleria Comunale d’Arte Moderna e Contemporanea – .

Giovanni Frangi. Le mille vite di Showboat

Nell’ambito del progetto Galleria Aperta, a cura di Alessandro Sarteanesi e Marco Pierini, la città di Arezzo ospita la mostra fino al 2 giugno Giovanni Frangi. Le mille vite di Showboat, a cura di Giovanni Agosti. «Lungo i grandi fiumi degli Stati Uniti» scrive Giovanni Agosti «nella seconda metà dell’Ottocento e ancora nella prima parte del secolo successivo, navigavano piroscafi sui quali si tenevano spettacoli di varietà: erano i showboat. IL Barca da spettacolo di Giovanni Frangi, artista milanese classe 1959, questa volta arriva ad Arezzo, dopo aver attraccato al Castello Sforzesco di Milano nella primavera dell’anno precedente. E lui si riformula e rimodella per l’occasione: così viene chiamato Le mille vite di Showboat la mostra costruita ad hoc per gli spazi della Galleria Comunale d’Arte Moderna e Contemporanea di Arezzo.

Giovanni Frangi. Le mille vite di Showboat
Giovanni Frangi. Le mille vite di Showboat

Per comprenderlo meglio nei suoi significati nascosti sarebbe utile dotarsi dei due volumiAndato e il Ritorno apparve nella collana “Le lucciole” dell’editore Magonza (che pubblicò anche Frangi L’intervista nel 2021): una passeggiata tra le stanze potrebbe bastare per goderselo. Quali sono le attrattive di questo varietà, dove opere nuove e antiche vengono accostate fino a perdere il senso di una cronologia lineare, nonostante le predilezioni storiche del curatore, Giovanni Agosti, che di professione fa l’insegnante?

Giovanni Frangi. Le mille vite di Showboat
Giovanni Frangi. Le mille vite di Showboat

Una scelta di incisioni di grande formato, distribuite nel corso di un ventennio, che danno conto della predilezione di Frangi per le sperimentazioni in campo grafico, realizzate per lo più con l’ausilio della tipografia Albicocco di Udine (che, per l’occasione, ha ha realizzato due incisioni al carborundum dell’artista: Moira E Veronica, esposto nelle Sale Nuove); un paesaggio di televisori che tra pallet e sculture di schiuma, veterani del mitico Nobu all’Elba di Villa Panza (2004), aspirano a configurare una scenografia per uno spettacolo, magari operistico: I Sarteanesi; la luce di un vecchio proiettore Super 8 che colpisce un bersaglio in sisal; due tele emulsionate con gabbiani di Los Angeles in volo, che sembrano specchiarsi l’uno nell’altro; un esercizio in stile Muybridge con cinque tele raffiguranti una sequenza di cigni che si muovono tra le acque azzurre di un lago prealpino, a Viverone; un panorama su carta da lucido con le rupi del Casentino che circondano le pareti di una stanza, dove si accucciano civette e civette: il tutto ripreso dall’incantato Stimmate di San Francesco di Bartolomeo della Gatta nella Pinacoteca di Castiglion Fiorentino, anno 1486-1487, ma guardate con occhio a Gilbert & George; quattro tavole che fanno visita alle ombre di Joseph Beuys e al lavoro svolto in quasi cinquant’anni di carriera dallo stesso Frangi”.Giovanni Agosti.

Giovanni Frangi. Le mille vite di Showboat
Giovanni Frangi. Le mille vite di Showboat
Giovanni Frangi. Le mille vite di Showboat
Giovanni Frangi. Le mille vite di Showboat
Giovanni Frangi. Le mille vite di Showboat

Giovanni Frangi. Le mille vite di Barca da spettacolo

13 aprile – 2 giugno 2024

a cura di Giovanni Agosti

Commenta con Facebook

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

NEXT per molti a Bergamo potrebbe essere l’ultimo in granata – .