Lamezia, doppio appuntamento con il chitarrista Giacomo Parimbelli: 16 e 17 maggio

Lamezia Terme – Proseguono le attività dell’associazione culturale ‘Animula’ con l’undicesima edizione del Festival “Chitarre e oltre…2023/24” e la prima edizione della stagione concertistica ‘Mou&Mouσ’.

giovedì 16 maggio, alle 18:30, nella sala conferenze ‘S. Giovanni Paolo II’ del Museo Diocesano di Lamezia Terme, sede della Biblioteca Diocesana “M. Bonacci” diretta da Francesco Paolo Emanuele, nell’ambito dell’undicesima edizione del Festival “Chitarre e oltre…” 2023/24, si terrà il concerto del chitarrista e ricercatore bergamasco Giacomo Parimbelli dal titolo ‘La chitarra italiana del primo Novecento’ . “Parimbelli – si spiega – musicista italiano, storico della chitarra tradizionale, ricercatore, compositore, scrittore, didatta e collezionista di chitarre storiche, presenterà un programma particolare con piccole perle della letteratura chitarristica del primo Novecento tanto rare e poco conosciute quanto sono importanti per la storia dello strumento sia nel periodo di riferimento che per il suo sviluppo attuale”.

Venerdì 17 maggio, alle ore 9.30, nel Museo Archeologico di Lamezia diretto da Simona Bruni, il Maestro Giacomo Parimbelli terrà una Masterclass sul repertorio chitarristico italiano del primo Novecento aperta agli studenti delle scuole aderenti alla “Rete degli Istituti Statali per gli Studi Musicali”, così come i chitarristi interessati. Nel corso della masterclass, inserita nella programmazione della prima stagione concertistica “Mou&Mouσ”, ideata dall’associazione culturale lametina Animula e promossa dalla Direzione Musei della Calabria diretta da Filippo Demma, Parimbelli presenterà il suo ultimo lavoro editoriale ‘La chitarra dell’Ottocento’ . Prevista la visita guidata al Museo. “La partecipazione ad entrambi gli eventi è gratuita.”

© TUTTI I DIRITTI RISERVATI

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

PREV la tripletta arriva a Cento nella 13a tappa del Giro d’Italia – .
NEXT ben 35 serrande abbassate nel centro cittadino – .