Cuneo, proseguono i reimpianti parallelamente all’abbattimento degli alberi a rischio caduta – Targatocn.it – .

Cuneo, proseguono i reimpianti parallelamente all’abbattimento degli alberi a rischio caduta – Targatocn.it – .
Cuneo, proseguono i reimpianti parallelamente all’abbattimento degli alberi a rischio caduta – Targatocn.it – .

Città di Cuneo Proseguono le attività di abbattimento e messa in sicurezza degli alberi a rischio caduta nel territorio comunale. Si tratta di un lavoro meticoloso, che l’autorità locale sostiene sostituzione con nuovi impianti. Dall’inizio dell’anno ne sono state messe a dimora 28, mentre altre 30 troveranno spazio entro l’estate, per nel primo semestre dell’anno sono stati effettuati complessivamente 58 reimpianti.

Tra gli interventi più rilevanti ricordiamo: Corso dantescodove verranno installati 8 ippocastani. Diverse sono le altre zone interessate in città: dal parco della Resistenza a corso Giovanni XXIII, da corso Santorre di Santarosa a via Ferrero (quartiere San Paolo). Coinvolte anche le frazioni: Borgo Gesso, Confreria, Roata Rossi, San Rocco Castagnaretta e Spinetta.

Il lavoro “di routine” svolto dai tecnici incaricati dal Comune è stato affiancato in questi mesi dai reimpianti “post tarlo asiatico” effettuati dalla Regione Piemonte. Nei mesi di marzo e aprile lo erano 230 tra Corso Kennedy e la scalinata Bellavista.

Per quanto riguarda gli abbattimenti, dal primo gennaio ad oggi ne sono stati completati 48 e altri sono attesi nelle prossime settimane. Questo tipo di operazione, come già comunicato in passato, è conseguenza degli esiti dei controlli sulla stabilità degli alberi effettuati da tecnici esperti e qualificati che, a seguito di indagini fitostatiche, hanno rilevato importanti criticità. Alcuni degli alberi individuati sono gravemente danneggiati o morti, altri presentano problemi di stabilità nonostante un aspetto apparentemente sano: molte malattie colpiscono la pianta internamente (fusto, radici o fogliame), presentando carie o cavità con legno marcio o decomposto.

Tra le aree in cui sono stati catalogati nuovi alberi da abbattere riguardano piazza Martiri della Libertà, la pianura di San Giacomo e via Spinetta. Alcuni interventi specifici verranno realizzati al Santuario degli Angeli, ai giardini Fresia e in Corso Marconi.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

PREV George Clooney è arrivato ad Arezzo per un film – .
NEXT Jane Goodall festeggia i suoi 90 anni on the road, sarà a Roma per il concerto del Primo Maggio – .