“La realtà è molto più oscura di una storia messa su carta” – .

“La realtà è molto più oscura di una storia messa su carta” – .
“La realtà è molto più oscura di una storia messa su carta” – .

La prima immagine di lei è una grande provocazione per il lettore e un grande servizio per la coscienza del lettore stesso. È una lettura psicagogica, è una di quelle cose che provocano sviluppando l’anima, ci permettono di aprire una finestra e di mettere qualcosa in quella finestra. Questo è un libro che ci sfida a sentire con il cuore e a pensare con la mente”. Così lo psicoterapeuta Piero Caforio ha definito il nuovo romanzo della scrittrice Caterina Amrbosecchia, presentato nel pomeriggio a Matera nella splendida cornice di Palazzo Bernardini.

“La storia di Maddalena Di Dio e di sua figlia Marta è una storia inventata ma è un compendio di tante storie che ho sentito. La realtà è molto più oscura di una storia messa su carta. Non possiamo immaginare quanto un evento simile, l’abbandono da parte di una madre, possa incidere sulla vita di una donna o di un uomo. Madda è un personaggio molto problematico, sentendosi inadeguata si comporta di conseguenza”, ha sottolineato l’Autore.

Secondo il dottor Caforio “Madda è la negazione della possibilità di amare. È una creatura thanatos, non ha scintilla di vita. Lei non ha un rapporto con la vita ma un rifiuto: per me Madda è stato l’incontro con la mia negatività. E leggere questo libro è come partecipare a un convegno di psicopatologia”.

L’autrice ha dichiarato di aver cercato di “esasperare tutti quegli aspetti negativi che ognuno di noi ha. Ho attinto alle nostre fragilità, alle nostre inadeguatezze. Madda ha un senso di identità molto sfumato. Lei rimane incinta, vuole questo bambino e vuole che sia diverso da lei. Nella seconda parte la trama si concentra su Marta, sua figlia, che a nove anni scappa di casa per sfuggire ad una situazione che la terrorizza.

Dopo la gremita “anteprima” alla Fiera Internazionale del Libro di Torino, La prima immagine di leiedito da Gelsorosso, ha lasciato il segno anche nella Città dei Sassi in una presentazione ricca di spunti di riflessione.

Caterina Amrbosecchia è nata a Matera, dove vive e insegna scienze umane, sociali e psicologia.

Laureata in Filosofia presso l’Università degli Studi di Bari, ha pubblicato Sedano 40una raccolta di aforismi e racconti, e Ibraforever. Manuale semiserio di un amante del calcioun libro sul mondo del calcio e della scuola.

Con Gelsorosso ha pubblicato: La donna giusta (2017) e Sette secondi (2018).

Nel 2020 è stato inserito in antologia il suo racconto “Il viale delle nuvole soffici”. Futuro perfetto. La vita che verrà in 21 storie a cura di Michele Marolla, edito anche da Gelsorosso.

La prima immagine di lei è il suo terzo romanzo.

Rossella Montemurro

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

PREV Campomarino/Detenzione ai fini di spaccio di droga, arrestato 40enne – .
NEXT AMP-Borsa oggi in diretta | Il Ftse Mib chiude in parità. Sul podio Pirelli, Leonardo e Recordati. Vendite su Tim – .