Gli addetti alle vendite sono i più ricercati a Piacenza, nella ristorazione è difficile trovare personale nel 60% dei casi – .

Gli addetti alle vendite sono i più ricercati a Piacenza, nella ristorazione è difficile trovare personale nel 60% dei casi – .
Gli addetti alle vendite sono i più ricercati a Piacenza, nella ristorazione è difficile trovare personale nel 60% dei casi – .

Gli addetti alle vendite sono i più ricercati a Piacenza, nella ristorazione si fatica a trovare personale nel 60% dei casi. Per fornire i dati relativi al mese corrente – Maggio 2024 – le analisi diUfficio studi della Camera di Commercio dell’Emilia sui dati del Sistema Excelsior. Un argomento che rientra nel report dedicato aattivazione di nuovi contratti di lavoro e che offre anche uno scenario delle figure più ricercate – spesso invano – da allora mercato del lavoro locale. Con “classifiche” relative ai diversi ambiti professionali.

IL tre professioni qualificate più richieste in valore assoluto – spiega l’organizzazione – si tratta di addetti alle vendite (370 unità, per il 37,1%, di difficile reperibilità), negozianti e addetti alle attività di ristorazione (220 unità, per il 60,5% dei casi considerati di difficile reperibilità), e autisti di veicoli a motore e a traino animale (180 unità, 68,1%, di difficile reperibilità).

AREA MANAGEMENT E ALTA SPECIALIZZAZIONE TECNICA – La domanda tecnici in ambito ingegneristico non hanno successo nel 76,1% dei casi, mentre quella dei tecnici delle relazioni con il mercato lo è nel 57,1% dei casi, quella dei tecnici informatici, telematici e delle telecomunicazioni lo è nel 56% dei casi; difficile anche reperire i tecnici sanitari (nel 54,5% dei casi).

DIPENDENTI, COMMERCIO E SERVIZI – In questo contesto sono più difficili da trovare professionisti qualificati nei servizi sanitari e sociali (84% dei casi), operatori e addetti alle attività di ristorazione (60,5% dei casi), operatori del settore estetico (53,8% dei casi), professionisti qualificati nei servizi alla persona (50% dei casi) e addetti all’accoglienza e all’informazione della clientela ( nel 45% dei casi difficilmente reperibile).

OPERAI SPECIALIZZATI – Le maggiori difficoltà di reperimento si riscontrano nella ricerca di maestranze specializzate addetti alle finiture edili (nel 100% dei casi, difficile da reperire), di fabbri, costruttori di utensili (nell’88,2% dei casi, difficile da reperire), di fonditori, saldatori, lattonieri, calderai, montatori di carpenteria meccanica (nell’87,1% dei casi) , degli artigiani meccanici, assemblatori, riparatori, manutentori di macchine fisse/mobili (81,6% dei casi), e degli operai specializzati addetti alla costruzione e manutenzione di strutture edili (77,8% dei casi).

ASSUNZIONI E TITOLI DI STUDIO – Le qualifiche più richieste – i rapporti di analisi – riguardano la qualifica di formazione professionale o diploma professionale, con 960 nuovi contratti (il 38,2% del totale); seguono i diplomi di istruzione secondaria, 730 unità (29,1%), mentre per chi abbandona la scuola dell’obbligo i nuovi contratti disponibili sono 570 e per il livello universitario e ITS Academy il dato si attesta a 250 nuove unità.

Esperienza nella professione è particolarmente richiesto per i titoli di studio superiori (53,4% dei casi), mentre scende al 17% per quelli secondari e al 9,1% per i titoli di formazione professionale, mentre scende al 5,1% per la scuola dell’obbligo.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

PREV 60. Mostra Internazionale del Nuovo Cinema Pesaro dal 14 al 22 giugno 2024. Grandi ospiti e numerosi eventi. Ecco il programma – .
NEXT Antonio Stagno il nuovo segretario della Fit Cisl di Agrigento Caltanissetta ed Enna – .