Palumbo secondo ai mondiali universitari – .

Medaglia d’argento conquistata nell’ultima regata dei Mondiali Universitari dal tranese Alfonso Palumbo, 21 anni, skipper di Italia 2, team formato da velisti selezionati da tutta Italia, che ha partecipato all’evento di Desenzano del Garda portando con sé lui il vessillo del club della vela barese.

Lo scafo utilizzato per le regate sarà il Dolphin 81, un monotipo prodotto dal cantiere bresciano Maxi Dolphin su progetto di Ettore Santarelli, progettista di Desenzano di cui nel 2024 ricorre il centenario della nascita.

Tranese, socio del Circolo Vela Bari, Palumbo è stato convocato dalla Federazione Italiana Vela per il “2024 Desenzano FISU World University Sailing Championship”, il campionato mondiale universitario di Desenzano del Garda (Brescia).

Dopo aver partecipato a due raduni di selezione, l’atleta classe 2003 del CV Bari, iscritto al secondo anno di Ingegneria dei Sistemi Medici al Politecnico di Bari, è entrato a far parte di una delle due squadre italiane convocate per l’evento.

Sulla stessa barca con lui ci sono anche Edoardo Valletta (CV Bellano), Silvia Speri (CV Torbole), Martina Giusti (Cv 3V) e Ludovica Msellati (LNI Ostia).

Completano la lista delle sfidanti al mondiale universitario altre 14 squadre di alto profilo provenienti da tutto il mondo: Canada (2 squadre), Singapore, Germania, Francia, Olanda, Austria, Giappone, Croazia, Polonia, Malesia, Australia, Irlanda e Cina. Il vincitore assoluto è stato il team francese, seguito dal Team Italy 2 di Alfonso Palumbo a pari punti con il Team Singapore.

A completare la top five ci sono gli skipper di Canada 2 e Italia 1 Alessandro Archetti a soli due punti dall’argento.

L’evento è stato organizzato dalla Fraglia Vela Desenzano in collaborazione con il CUS Brescia, sotto l’egida della Federazione Italiana Vela, del Centro Sportivo Universitario Italiano e della Federazione Internazionale Sport Universitari.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

PREV da Gudmundsson a Martinez, i nomi – .
NEXT “Non ho scelto, ho dovuto adattarmi alle scelte degli altri” – .