Legnano sostiene 24 studenti con DSA negli esami di terza media – SetteNews – .

In questi giorni, all’inizio degli esami di terza media nelle scuole, vengono sostenuti i bambini con disturbi DSA di Legnano, secondo un progetto sperimentale del Comune, realizzato in collaborazione con la cooperativa Albatros.

Come si legge in una nota, sono ventiquattro i bambini con DSA delle terze medie che sosterranno in questi giorni gli esami di stato, dopo aver seguito il progetto sperimentale. Questa, finalizzata al sostegno degli alunni con disturbi specifici dell’apprendimento, è finanziata con i contributi del bando “Restiamo Insieme 2023” della Regione Lombardia. Dalla seconda metà di aprile, i ventiquattro alunni scelti, come più bisognosi di sostegno tra i settantadue totali affetti da DSA (dislessia, disortografia, disgrafia, discalculia) segnalati dai dirigenti scolastici dei quattro istituti comprensivi di Legnano, ha seguito attività di laboratorio, per un totale di 24 ore, di supporto alla scrittura e preparazione della tesina finale e del colloquio.

Il progetto ha accompagnato gli studenti con DSA attraverso un piano di studi personalizzato anche grazie all’ausilio di software compensativi. La cooperativa Albatros, infatti, si è avvalsa, nella propria attività di laboratorio, di operatori appositamente formati, nonché di E-PICO!, un programma che aiuta i bambini con difficoltà nella lettura e comprensione del testo, nella scrittura e nell’organizzazione dello studio per studiare. , imparare e fare i compiti in autonomia, e SupermappeEvo, il programma per creare mappe concettuali multimediali organizzate e ordinate e presentarle su carta, su schermo o touch screen e su lavagne LIM.

I disturbi specifici dell’apprendimento sono un fenomeno che il mondo della scuola affronta con crescente impegno ormai da diversi anni, nell’ottica di una sempre maggiore inclusione di tutti i bambini. Spesso, infatti, i disturbi specifici dell’apprendimento, se non affrontati tempestivamente, possono portare al fallimento scolastico, creare scarsa stima e, quindi, causare l’abbandono scolastico. In questo senso, aver sostenuto gli studenti che stanno sostenendo l’esame di terza media con un progetto specifico, anche se sperimentale e aperto a un numero limitato di posti, è un segnale importante: occorre includere tutti i ragazzi, ciascuno con le proprie specificità. , nelle condizioni per esprimersi al meglio a scuola per poi potersi esprimere al meglio negli studi successivi e nelle attività che li attendono una volta terminato il percorso scolastico”, commenta Ilaria Maffei, assessore alla Comunità inclusiva.

(Sulla base dei dati MIUR riferiti ad aprile 2020, su base nazionale la percentuale di alunni con DSA si attesta al 7%).

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

PREV oggi soleggiato e caldo, domenica 16 nubi sparse, lunedì 17 soleggiato e caldo – .
NEXT AMP-Borsa oggi in diretta | Il Ftse Mib chiude in parità. Sul podio Pirelli, Leonardo e Recordati. Vendite su Tim – .