Paolo Pasqualini ucciso da tre rottweiler nel parco mentre faceva jogging, orrore a Manziana (alle porte di Roma). I tre cani furono catturati

Paolo Pasqualini ucciso da tre rottweiler nel parco mentre faceva jogging, orrore a Manziana (alle porte di Roma). I tre cani furono catturati
Paolo Pasqualini ucciso da tre rottweiler nel parco mentre faceva jogging, orrore a Manziana (alle porte di Roma). I tre cani furono catturati

Sbranato da tre Rottweiler arrabbiati mentre faceva jogging. Orrore questa mattina a Manziana, alle porte di Roma, dove Paolo Pasqualini, 39 anni, è stato trovato senza vita in…

Sei già abbonato? Accedi qui!

OFFERTA SPECIALE

MIGLIORE OFFERTA

ANNUALE

€ 79,99

€19
Per 1 anno

SCEGLI ORA

MENSILE

€ 6,99

1€ AL MESE
Per 6 mesi

SCEGLI ORA

OFFERTA SPECIALE

OFFERTA SPECIALE

MENSILE

€ 6,99

1€ AL MESE
Per 6 mesi

SCEGLI ORA

– O –

Sottoscrivi l’abbonamento pagando con Google

sottoscrivi

OFFERTA SPECIALE

Leggi l’articolo e l’intero sito ilmessaggero.it

1 anno a 9,99€ € 89,99

Abbonati con Google

O
1€ al mese per 6 mesi

Rinnovo automatico. Disattiva quando vuoi.


  • Accesso illimitato agli articoli sul sito e sull’app
  • La newsletter di Buongiorno delle 7.30
  • La newsletter Ore18 per gli aggiornamenti della giornata
  • I podcast delle nostre firme
  • Approfondimenti e aggiornamenti in tempo reale

Sbranato da tre Rottweiler arrabbiati mentre faceva jogging. Orrore questa mattina a Manziana, alle porte di Roma, dove si trovava il 39enne Paolo Pasqualini fu trovato senza vita nei boschi della città. La sveglia è suonata intorno alle 8,30. Quando sono arrivati ​​i soccorsi non c’era più nulla da fare per il corridore. L’uomo, vestito con la tuta da corsa, era riverso a terra. Sul suo corpo e sul viso erano presenti profonde lesioni causate dai morsi di cane.

Scrive un post sul suo Rottweiler: “Per me è come un figlio”. Poco dopo il suo cane la maltratta

Sbranato dai rottweiler, cosa è successo

Il 39enne avrebbe tentato invano di difendersi come dimostrano le numerose ferite alle braccia. Non appena ci si è accorti di quanto accaduto è iniziata la caccia ai rottweiler che, dopo aver ucciso l’uomo, si sono liberati nell’area verde solitamente frequentata sia da atleti che da famiglie con bambini, in particolare nei giorni festivi. Nelle ricerche sono coinvolti i carabinieri di Manziana, forestali, guardiaparco e veterinari. Tutti gli accessi sono stati immediatamente chiusi e il bosco è stato rastrellato. Dopo un paio d’ore i tre rottweiler sono stati catturati e sedati. Secondo quanto ricostruito dalla polizia che indaga sull’accaduto, i due sarebbero fuggiti da un’abitazione situata non lontano dal punto in cui il 39enne è stato aggredito a morte.

Rintracciati anche i proprietari, sconvolti dall’accaduto. Resta da chiarire come siano riusciti a lasciare l’abitazione dove, stamattina, pare fosse presente solo la moglie che non si sarebbe accorta della fuga dei cani. Per stabilire l’esatta dinamica e le eventuali responsabilità, la coppia potrebbe rischiare l’accusa di mancato affidamento o omicidio colposo. Nei prossimi giorni verranno inviate alla Procura le prime informazioni. Gli investigatori stanno attualmente ascoltando anche alcuni testimoni che in quel momento erano presenti nel parco. In particolare, un contadino, che si trovava in zona con il suo bestiame, ha sentito le grida di aiuto ed è intervenuto. Ha provato ad allontanare quei rottweiler prima gridando e poi con un bastone, rischiando di essere aggredito lui stesso. Fortunatamente è riuscito a rifugiarsi in un veicolo da dove ha chiamato i soccorsi.

Nel bosco c’erano anche una donna che pare avesse assistito alla scena da lontano e un uomo che passeggiava con il suo cane. “Abbiamo sentito urlare e chiedere aiuto” avrebbero detto ai soccorritori. Tra i primi ad arrivare sul luogo della tragedia è stato il sindaco di Manziana Alessio Telloni. «Una profonda tragedia colpisce la nostra cittadina – scrive il Comune sul proprio profilo Facebook – L’Amministrazione si unisce allo sgomento per quanto accaduto, insieme a tutti i cittadini». Shock nella cittadina alle porte della capitale dove in molti conoscevano il 39enne, dipendente di un’attività commerciale della zona, che era solito fare jogging in quel bosco a poche centinaia di metri da casa. “Siamo senza parole, è una tragedia immane” si legge in uno dei tanti post sui social degli abitanti di Manziana. E qualcuno sottolinea: “Serve la patente per i cani”.

© TUTTI I DIRITTI RISERVATI

Leggi l’articolo completo su
Il Messaggero

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

PREV segui la conferenza stampa LIVE – .
NEXT “Ridurre l’inquinamento fa risparmiare 5mila pazienti affetti da BPCO all’anno” – .