“La strategia sarà fondamentale se vogliamo vincere” – Formula 1 – .

Frédéric Vasseur commenta le qualifiche del Gran Premio del Made in Italy e dell’Emilia-Romagna, concluse con un terzo e quarto posto di Charles Leclerc e Carlos Sainz

18 maggio 2024

Dopo un anno dallo stop forzato dovuto all’emergenza alluvioni che colpì la regione nel 2023, il Formula 1 è finalmente tornato nel cuore della motorvalley imolese con la Gran Premio del Made in Italy e dell’Emilia-Romagna. Il fine settimana continua e si sono appena concluse le sessioni di qualificazione che determineranno l’ordine di partenza della gara che scatterà domani alle 15.00. Partendo dalla prima posizione darà Max Verstappen e lui sarà al suo fianco Oscar Piastri. L’australiano della McLaren, invece, è risalito in quinta posizione per la pena per impedimento contro Kevin Magnussen. Ne trarrà beneficio Lando Norrisvincitore dell’ultima edizione di Miami, che si era qualificato terzo e poteva quindi partire dalla prima fila in seconda posizione. I due piloti della Scuderia Ferrari, Charles Leclerc e Carlos Sainz, sono risaliti in terza e quarta posizione.

le le qualifiche, una doccia fredda per la squadra di Maranello in questo primo weekend in casa. Galvanizzati dall’entusiasmo dei tuffiani presenti alAutodromo Enzo e Dino Ferrai di Imola per sostenere la squadra, la Scuderia deve fare i conti con una triste realtà che sperava di essersi lasciata alle spalle. Dopo aver dominato le prime prove libere di ieri e aver ben figurato nelle prove del mattino nonostante l’occasione persa nel finale a causa del semaforo rosso causato da Perez, i due alfieri del Cavallino Rampante hanno sprecato un’occasione nella sessione cronometrata di questo pomeriggio. Lo scorso anno erano il loro fiore all’occhiello, e sono diventati il ​​loro tallone d’Achille e la pole position persa qui a Imola lo dimostra chiaramente. Le aspettative erano molto alte visto il primo pacchetto di aggiornamenti apportati alla SF-24 che ne hanno dimostrato la bontà, ma non ancora che fossero al livello delle dirette rivali: McLaren e Red Bull.

Ggrazie alla penalità di tre posti inflitta a Oscar Piastri, Charles Leclerc partirà terzo mentre Carlos Sainz quarto. Se la Scuderà Ferrari vorrà vincere dovrà rimontare, ma i long run testati nelle prove libere ci danno speranza. Questo è ciò che il team principal spera in cuor suo. “Fin dall’inizio del fine settimana è chiaro che siamo in buona condizione, ma ci sono anche Norris e Verstappen e la situazione è stata molto equilibrata da una sessione all’altra” ha commentato Frédéric Vasseur su Sky Sport F1 al termine delle qualifiche. “Se consideriamo la scia che Max ha avuto con Hulkenberg, penso che saremmo stati tutti a un decimo, ma la lotta è molto serrata. Chiaramente non è la pista più facile da sorpassare, ma sarà una gara lunga. Ieri abbiamo avuto un buon passo gara nelle simulazioni, e questa è la buona base per domani. Partiremo dalla seconda fila e avremo una buona scia fino alla curva 2, quindi vedremo cosa fare”.

Max era molto più veloce di tutti gli altri fino alla curva 4, mentre noi eravamo più veloci nel secondo settore. Non puoi combattere con le caratteristiche della vettura, devi gestire quello che hai” ha continuato il francese. “Qui è difficile sorpassare, e per farlo bisognerà riuscirci in partenza o con strategie perché in pista sarà complesso. Dovremo farlo inventare qualcosa di diverso dagli altrie un altro fattore potrebbe essere il ghiaia con diverso Macchina di sicurezza. Se guardiamo alle categorie minori, oggi si sono percorsi più giri con la Safety che senza. Nessuno può prevedere queste situazioni, ma credo che potrebbero accadere in questa gara. La vittoria potrebbe essere possibile domani, voglio essere ottimista. Penso che sia un bel messaggio per i tifosi e faremo del nostro meglio”.


“Sapevamo che portando un aggiornamento a Imola anche gli altri avrebbero fatto la stessa cosa. Credo che il La McLaren ha portato un’auto quasi completamente nuova da Miamicosì come Toro Rosso E Mercedes. Noi possiamo essere contenti perché abbiamo trovato quello che ci aspettavamo ed è positivo in una prospettiva futura. I passi in avanti sono quelli che ci aspettavamo e sono stati rispecchiati dai numeri in pista, e questo è positivo perché si può avere fiducia nello sviluppo in fabbrica e si può lavorare sui punti deboli. Dopo 5-6 gare stiamo cercando di avere un quadro più chiaro della vettura per poterla sviluppare, ma non è detto che faremo un salto enorme in classifica, perché anche la concorrenza fa sviluppi” ha concluso Vasseur.


 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

NEXT Il circuito punta al futuro. Sostenibilità e sicurezza per sognare ancora la F1 – .