“Con i bandi per le concessioni balneari i prezzi in spiaggia aumenteranno” – .

Con le gare per le concessioni sulle spiagge, previste entro il 31 dicembre dalla normativa vigente, i prezzi dei servizi balneari aumenteranno a scapito dei consumatori. Lo riferisce Federcontributori. La conseguenza dell’applicazione della direttiva Bolkestein, sostiene l’associazione di tutela dei consumatori, è “il notevole impatto non solo sulle attività balneari e sulla gestione delle spiagge in Italia in generale, ma anche sull’utenza”.

«È quasi matematico – afferma Federcontribuenti – che un aumento del costo delle agevolazioni si ripercuota sul prezzo dei servizi offerti, e quindi sui consumatori. Oppure, se alle gare partecipano gruppi finanziariamente forti, nulla impedisce che si verifichi un fenomeno di concentrazione delle concessioni, con standardizzazione di servizi e prezzi”. Il riferimento sembra essere al caso di Jesolo, dove sono state accorpate diverse concessioni vinte da una società facente capo al proprietario della Geox, con un conseguente aumento del 50% dei servizi balneari.

Ad aumentare i dubbi di Federcontribuenti, oltre ai possibili «cambiamenti significativi nel settore balneare italiano nei prossimi anni, sotto forma di cambiamenti nella gestione e nella proprietà, che potrebbero portare ad uno spostamento dal controllo imprenditoriale a quello finanziario», ci sono anche « i comuni italiani, che si sono dimostrati assolutamente incapaci di individuare le aree adibite a spiagge pubbliche”.

© Riproduzione riservata

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

PREV contratto tra Regione Liguria e Trenitalia, consegnati due nuovi treni roccia – Sanremonews.it – .
NEXT Netanyahu e Sinwar, i due nemici giurati costretti a contestare la tregua nella Striscia – .