Parco di Portofino, il TAR Liguria ripristina il perimetro a 11 comuni – .

Parco di Portofino, il TAR Liguria ripristina il perimetro a 11 comuni – .
Parco di Portofino, il TAR Liguria ripristina il perimetro a 11 comuni – .

Il TAR Liguria annulla il decreto del Ministero dell’Ambiente per la perimetrazione temporanea del Parco Nazionale di Portofino ridotta ai soli tre comuni di Portofino, Santa Margherita e Camogli, e ripristina la definizione a undici comuni (Avegno, Camogli, Chiavari, Cicagna, Coreglia Ligure, Portofino, Rapallo, Recco, Santa Margherita Ligure, Tribogna e Zoagli) E 5.363 ettari identificato da Ispra nel 2021.

Il tribunale amministrativo ha è stato accolto il ricorso dell’associazione “Amici di Portofino”. e da onlus “Verdi, ambiente e società” contro il decreto che il 10 ottobre 2023 aveva sancito l’accordo tra ministero e Regione Liguria.

Tale atto, spiegano i giudici amministrativi, è stato adottato “in assenza di elementi di accertamento tecnico-scientifico determinanti”, ma “solo in forza di un accordo amministrativo raggiunto con la Regione in merito alla delimitazione definitiva, che prelude all’istituzione del parco”. Di conseguenza è stata annullata anche la costituzione del nuovo comitato di gestione provvisorio, limitato ai soli tre Comuni.

«Abbiamo appreso della sentenza del TAR e ci riserviamo di esaminarla con i legali per ricorrere in appello, tenendo sempre conto di tutti i contributi che sono stati importanti nella costruzione del Parco Nazionale di Portofino − dice il presidente della Regione Liguria alla Dire Agenzia che agisce, Alessandro Piana − ricordiamo che sul decreto Cingolani il TAR dovrà pronunciarsi nell’udienza pubblica del 21 giugno. Ci auguriamo quindi che si torni a dare piena voce agli attori locali”. Il riferimento del presidente ad interim è al ricorso pendente al TAR promosso sempre dalla Regione contro la decisione del Ministero dell’Ambiente, risalente al 2021, di estendere i confini del parco a 11 comuni, come proposto da Ispra, in la configurazione riabilitata dalla sentenza odierna.

Luca Garibaldi Il capogruppo Pd Regione Liguria commenta in una nota: «Il Tar smentisce per l’ennesima volta Regione, ministero e Lega. Nel parco di Portofino ormai da sei anni si gioca un gioco insostenibile e indecente sulle spalle del territorio. Siamo di fronte all’ennesimo sforzo forzato andato storto. La scelta di Toti di procedere con un parco tricomunale, stravolgendo tutte le regole e tenendo fuori dal nuovo parco nazionale gli altri comuni che volevano far parte del nuovo parco nazionale, è fallita. Oggi però manca un altro tassello al sistema predatorio di gestione privata della Regione e ora dovremmo avere la decenza di ampliare il Parco Nazionale di Portofino secondo le modalità inizialmente previste, con i Comuni che avrebbero voluto farne parte, invece di continuando a bloccare lo sviluppo sostenibile del territorio”.

Interviene anche la Lista Sansa: “Toti e la sua maggioranza hanno forzato le regole. Una scelta anacronistica che rischiava di compromettere le opportunità di sviluppo di un vasto territorio per salvaguardare i voti di pochi cacciatori”.

«Anche su questo possiamo dire ‘l’avevamo detto’ – evidenzia Ferruccio Sansa – le forze politiche che Toti ha imposto in Liguria negli ultimi anni si stanno rivelando tutte illegittime”.

«È finito il tempo della Regione terrorizzata dall’idea di tutelare il territorio, preferendo tutelare alcuni cacciatori – tuona Selena Candia – solo una Giunta miope come quella di Toti poteva lasciarsi sfuggire l’enorme opportunità di un Parco Nazionale di Portofino con undici comuni. Creare aree protette in Italia e in Europa è da sempre un modo per coltivare il benessere dei territori: un grande Parco Nazionale significa tutela ambientale e opportunità economiche, attraverso turismo e agricoltura di qualità”.

Roberto Centi sottolinea: «Come per il ‘Masterplan’ dell’isola Palmaria, anche qui si è cercato di non ascoltare i territori abbassando un progetto utile solo alla convenienza politica di chi lo ha proposto».

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

PREV È molto utile e a questo prezzo è quasi un regalo – .
NEXT Ravenna, si aggrava il bilancio delle vittime dell’incidente di via Sant’Alberto. È morto l’ex dirigente Romeo Giacomoni