appare un ago-catetere – .

appare un ago-catetere – .
appare un ago-catetere – .

CAMPOLONGO MAGGIORE – Si mette in bocca un bel pezzo di bistecca di manzo cotta al sangue, acquistata solo un’ora prima in un supermercato del paese, e…

Sei già abbonato? Accedi qui!

OFFERTA SPECIALE

OFFERTA SPECIALE

MENSILE

€ 4,99

1€ AL MESE
Per 3 mesi

ATTIVARE ORA

– O –

Sottoscrivi l’abbonamento pagando con Google

sottoscrivi

OFFERTA SPECIALE

Leggi l’articolo e l’intero sito ilgazzettino.it

1 anno a 9,99€ € 69,99

Abbonati con Google

O
1€ al mese per 3 mesi

Rinnovo automatico. Disattiva quando vuoi.


  • Accesso illimitato agli articoli sul sito e sull’app
  • La newsletter di Buongiorno delle 7.30
  • Tutte le newsletter tematiche
  • Approfondimenti e aggiornamenti in tempo reale
  • Trasmissioni in diretta esclusive

CAMPOLONGO MAGGIORE – Si mette in bocca un bel pezzo di carne bistecca di manzo cucinato al sangue, acquistato solo un’ora prima in un supermercato locale, e si ritrova in bocca un pezzo di metallo. Non appena sentì qualcosa di strano tra i denti, l’uomo sputò prontamente il boccone nel piatto e notò che dalla sua bistecca spuntava la punta di uno strano oggetto metallico. Dopo averlo esaminato più attentamente, si rese conto che si trattava di un ago-catetere utilizzato dai veterinari per effettuare flebo, somministrare farmaci per via endovenosa o anche per effettuare test sanitari sugli animali.

Il fatto

Il brutto calvario è caduto su Giacinto Franceschin, 58 anni, residente in via Cervi, nella zona Santa Maria Assunta di Bojon di Campolongo Maggiore. “È stato il primo pezzo di fetta di scottona appena cotta alla griglia che mi sono messo in bocca”, ha detto l’uomo. Quando ha iniziato a masticarlo, ho sentito qualcosa di metallico tra i suoi denti. Ho subito sputato il boccone nel piatto e ho notato che dal pezzo di carne usciva qualcosa di strano. Non ho fatto molta fatica a capire che si trattava della punta di un grosso ago, vuoto all’interno. Incredulo, l’ho esaminato attentamente e non ci è voluto molto per capire di cosa si trattasse. Per fortuna non l’ho ingoiato.” Ciò che Franceschin ha trovato nel suo bellissimo pezzo di “fetta scelta” non era altro, come riportato sopra, che un ago di catetere in acciaio solitamente utilizzato dai veterinari sugli animali per effettuare controlli. Questi aghi vengono utilizzati per effettuare infusioni, somministrare farmaci per via endovenosa o semplicemente per prelevare campioni medici su bovini, suini, equini e ovini e altri, nonché su animali a carne bianca. Molto probabilmente, durante una di queste operazioni eseguita su una “vacca Scottona adulta”, l’ago si ruppe e rimase all’interno dell’animale. Nonostante i successivi controlli e l’ulteriore lavorazione della carne, nessuno si è accorto di nulla, nemmeno chi era stato l’ultimo a tagliare la fetta di carne acquistata ieri alle 11.47 da Franceschin al prezzo di 6,52 euro. Come dimostra la ricevuta rilasciata all’acquirente, si tratta di carne animale “allevata, macellata e sezionata in Italia” da una nota azienda emiliana, messa in vendita al prezzo di 17,90 euro al chilo. Subito dopo la sconcertante scoperta, Franceschin ha avvolto la sua bella bistecca con il suo bellissimo ago veterinario ancora incastrato al suo interno e con il relativo scontrino si è recato presso il punto vendita dove l’aveva acquistata. Oltre alle dovute scuse da parte della direzione del supermercato, è tornato a casa non più con una sola bistecca, ma con altre in regalo.

© TUTTI I DIRITTI RISERVATI

Leggi l’articolo completo su
Il Gazzettino

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

PREV in Italia guida Ferrero, alle sue spalle la new entry Pignataro. Il più giovane della lista ha 19 anni – .
NEXT un’istantanea del traffico aereo nel 2023 – .