“Modica brava a cambiare al volo. Tifosi orgogliosi del suo Messina” – .

Sasà Marra è lui il tecnico che ha rigenerato ilAcireale, capace di ottenere otto risultati utili in dieci partite e ora in corsa per la qualificazione ai playoff dopo aver temuto i playout. Comunque l’ex centrocampista è stato un grande protagonista Messinacon 113 presenze da calciatore, ea Energiadove trionfò nei playoff per la C1.

L’allenatore del Messina Giacomo Modica lo scorso luglio (foto Paolo Furrer)

Domenica ha seguito come tanti il ​​derby di Massimino: “Il Messina ha perso immeritatamente catanese, una piazza B per pubblico e tradizione. È un peccato, ma i tifosi dovrebbero essere orgogliosi. Ha giocato una partita importante e ha tenuto testa all’avversario in un ambiente difficile, che anch’io ho conosciuto da giocatore. IL rigore secondo me non c’era e li ha influenzati”.

Il saldo stagionale resta comunque positivo: “Ha fatto un ottimo campionato, anche lui iniziato non bene. Decisivo il cambio di modulo di Giacomo Modica, molto bravo a rivedere le sue idee al volo. Voleva qualcosa di diverso e con la disponibilità dei ragazzi è entrato nelle loro teste, trovando la soluzione giusta”.

L’allenatore Sasà Marra a Castrovillari (foto Nino La Macchia)

Un anno fa il doloroso playout con il Gelbisonnel 2024 una classifica più rassicurante: “Il Messina si è tolto qualche soddisfazione. Là salvezza era il primo obiettivo. Dopo le difficoltà di un anno fa è arrivata serena. Serviva qualche punto in più, perso ad esempio in casa contro il Foggia, per prendere il treno playoff”.

Modica si è lamentata del sostegno a corrente alternata di una città che sembra aver perso la passione di un tempo: “Purtroppo a Messina manca il “Giovanni Celeste”, un’arma che nessuno aveva. Ti garantisce una carica ed un’emozione che il “Franco Scoglio” non ti può dare. È un campo da serie A, ma non ha lo stesso impatto su queste categorie. Mi auguro che si possa trovare la necessaria unione tra società e ambiente. Il Messina merita una B come la Catanzaro”.

Enrico Buonocore e Sasà Marra in panchina nel Messina (foto Ciccio Saya)

Domenica andrà in scena una sfida che regala la salvezza matematica: Il Potenza troverà una squadra arrabbiata, che vorrà dimostrare di aver subito un’ingiustizia. La scorsa settimana ha esonerato l’allenatore Marco Marchionni e il ds Natino Ne sarà valsa la penaun ottimo professionista che era con me al Castrovillari. Pietro è arrivato De Giorgiocon chi eravamo Frosinone. E’ la terza volta che subentra e cercherà di fare punti per evitare di essere risucchiato nella lotta playout. Sarà una bella partita”.

Tags: Modica 7u7 bene 7u7 cambiando 7u7 volare 7u7 tifosi 7u7 orgoglioso 7u7 Messina 7u7

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

PREV “Siamo di fronte all’anti-modello della sanità” – Torino Oggi – .
NEXT il Comune chiama i veterinari per un piano di sterilizzazione – NTR24.TV – .