il punto di vista della candidata sindaco Erica Martini sulle spese elettorali dei ‘colleghi’ – Sanremonews.it – .

«Mi stupisce leggere un recente articolo che riporta i dati dei budget di spesa presentati dai candidati sindaco di Sanremo e le liste ad essi collegati che evidenziano cifre bassissime, al limite del ridicolo». È quanto afferma Erica Martini, candidata sindaco di Sanremo per l”Indipendenza!’ movimento, dice. che prosegue: “Ogni cittadino può facilmente constatare la forte presenza mediatica di alcuni nomi e sicuramente il sottoscritto non è tra i più visibili. In questa campagna elettorale (impostata più come un’operazione di marketing finalizzata alla vendita di un prodotto) i sontuosi aperitivi, gli spettacoli, l’affitto di prestigiose sale cinematografiche/teatrali, gli striscioni pubblicitari, le innumerevoli pubblicazioni sui giornali, i gadget, i punti, mega cartelloni pubblicitari, curatori di immagine, social media manager chi li ha pagati allora? che avrei potuto usare i punti del supermercato o i soldi del Monopoli, vi assicuro che il mio nome sarebbe circolato infinitamente di più…
Ho dovuto gestire la mia campagna elettorale più da madre di famiglia che da candidata sindaco, all’insegna dell’economia e della sobrietà, puntando esclusivamente a sostituire i soliti ‘poteri forti’ con valori forti.

Ho coperto quasi tutte le spese da solo, non avendo alle spalle sponsor privati ​​che hanno interessi estranei al mio mondo. E comunque, se avessi avuto a disposizione somme così ingenti, evidentemente nella disponibilità di altri, avrei certamente destinato questi soldi a scopi di utilità sociale molto diversa”.

IPE

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

PREV Forlì, trattative in corso per il passaggio di proprietà e intanto a centrocampo c’è Campagna – .
NEXT Arriva al Mauriziano di Torino il robot chirurgico di nuova generazione – .