Coria critica l’organizzazione e la disparità di trattamento – .

Coria critica l’organizzazione e la disparità di trattamento – .
Coria critica l’organizzazione e la disparità di trattamento – .

Caos agli ATP 250 di Bucarest: Coria critica l’organizzazione e la disparità di trattamento

Pioggia, mancanza di illuminazione e pianificazione “curiosa” del match: il tennista argentino denuncia il doppio standard rispetto ai tornei sudamericani.

La settimana si sta rivelando complicata all’ATP 250 di Bucarest, con continue interruzioni dovute alla pioggia, senza l’installazione di riflettori per poter giocare quando la luce naturale diminuisce e un calendario delle partite molto curioso.
Federico Coria, che segue da vicino il progresso di connazionali e amici come Navone o Cerúndolo, ha fatto eco a questa situazione. Nelle critiche nei suoi confronti sostiene che se tutto questo accadesse in Sudamerica se ne parlerebbe molto di più e si scandalizza per il fatto che il torneo di Estoril verrà annullato mentre quello di Bucarest no.

L’ATP 250 di Bucarest si trova infatti ad affrontare diverse sfide organizzative, tra cui le frequenti interruzioni dovute alle avverse condizioni meteorologiche e la mancanza di un’illuminazione adeguata per consentire il proseguimento delle partite in condizioni di scarsa luce naturale.
La pianificazione delle partite è stata descritta come “curiosa”, suggerendo che potrebbe esserci stato un approccio non ortodosso o inefficiente alla pianificazione delle partite.

Francesco Paolo Villarico

Tag: Caos ATP Bucarest Coria critica organizzazione trattamento ineguale

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

NEXT 18° Trofeo Pesciolino, torneo di mini rugby dedicato a “Juba” Andrea Scagliotti – .