Elezioni Civitavecchia, Grasso non chiude Forza Italia ma “intendo premiare chi mi ha sostenuto fin dall’inizio” • Terzo Binario News

Elezioni Civitavecchia, Grasso non chiude Forza Italia ma “intendo premiare chi mi ha sostenuto fin dall’inizio” • Terzo Binario News
Elezioni Civitavecchia, Grasso non chiude Forza Italia ma “intendo premiare chi mi ha sostenuto fin dall’inizio” • Terzo Binario News

Il chiarimento sulle partite degli Azzurri a margine della presentazione del suo calendario triennale

“Il dialogo con Forza Italia continua ma penso che sia giusto premiare chi mi ha sostenuto fin dall’inizio. Queste le parole del candidato sindaco Massimiliano Grasso che oggi ha presentato il suo calendario nel caso vincesse il ballottaggio con il dem Marco Piendibene.

L’esponente del centrodestra locale non ha chiuso la porta agli azzurri, anzi ha parlato di “reciproca sintonia tra noi, area moderata, e con Poletti in particolare. Ma non abbiamo voluto procedere con l’accordo formale perché questo taglierebbe fuori parte della squadra che mi ha supportato fin dall’inizio”.

Nella sede elettorale del candidato del centrodestra ha voluto spiegare il calendario triennale dei lavori, cioè una sorta di cosa fare, come e quando.

“I tempi sono legati a finanziamenti e progetti di sicura realizzazione – ha spiegato Grasso – partendo dal presupposto che si tratta di un piano triennale basato sul piccolo/grande e sul vicino/lontano. Uno degli obiettivi immediati è lo sblocco dei 130 ettari su cui sorgerà il nuovo porto per farne l’hub logistico mentre la città si doterà di uno sbocco verso l’aeroporto. Terme, usi civici e mercati le priorità per il 2024, così come il decoro urbano e le strade di Borgata Aurelia e Borgo Odescalchi”.

Nel 2025 Grasso punta sugli impianti sportivi, con il completamento dei lavori di ristrutturazione dello stadio Fattori e l’inaugurazione del nuovo PalaGrammatico, la nuova convenzione con Enel e l’avvio della comunità energetica, la revisione della raccolta differenziata “passando al tariffa puntuale”.

Infine, nel 2026 sono state individuate le macro aree nella smart city, nell’abbattimento delle barriere architettoniche e nella ristrutturazione dell’ex Italcementi, “che dovrebbe diventare un hub alberghiero”.

Grasso ha infine precisato che le deleghe non saranno assegnate a settori «ma a progetti, che servono anche a far funzionare meglio gli uffici».

Si è chiusa venerdì in piazza Fratti la campagna elettorale.

Pubblicato lunedì 17 giugno 2024, ore 18:17:55 © TUTTI I DIRITTI RISERVATI

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

PREV Dodici studenti sudamericani all’Ospedale di Alessandria con il progetto “Medici in Italia” – .
NEXT Team Altamura, a Moussa Manè del Bari piace la corsia destra: la situazione – .