salvato e arrestato – .

salvato e arrestato – .
salvato e arrestato – .

Per sfuggire all’arresto hanno pensato bruciare chili di cocaina, rischiando di morire per ubriachezza. Sono stati i Carabinieri a mettere in salvo un gruppo di quattro ragazzi, di età compresa tra i 20 e i 30 anni, scoperti in una raffineria nelle campagne di Monte Compatri, a pochi chilometri da Roma, prima di portarli in carcere. I quattro sono finiti in manette per produzione, fabbricazione e detenzione ai fini di spaccio di droga e danneggiamento a seguito di un incendio. Lo riporta indietro Repubblica.

La scoperta della raffineria di cocaina

Il blitz e il maxi sequestro dei carabinieri del nucleo investigativo di Frascati è nato dal via vai degli arrestati del quartiere romano di Tor Bella Monacauno dei maggiori centri di spaccio della capitale, in un piccolo casale immerso nel verde, a pochi chilometri da Roma.

Il continuo andirivieni con le auto del gruppo di ragazzi, da casa fino al palazzo con la porta blindata, aveva destato i sospetti del personale militare, che aveva deciso di intervenire.

Il quartiere romano di Tor Bella Monaca dove vivono tre dei quattro ragazzi arrestati per spaccio in una raffineria di cocaina alle porte di Roma

L’incendio nella raffineria

Giunti presso la piccola palazzina, i poliziotti hanno trovato chiusi all’interno dello stabile gli spacciatori, i quali, vedendosi rintracciati, hanno deciso di cospargere alcol su diversi pacchetti contenenti cocaina per dargli fuoco.

Forse potresti essere interessato
La polizia controlla il camion e trova 30 kg di cocaina: enorme sequestro in Sardegna, conducente estraneo ai fatti

Il tentativo di bruciare centinaia di dosi, però, a quanto pare è finito fuori controllo, tanto che quando i Carabinieri sono entrati nella cascina hanno trovato i quattro ragazzi intossicato dai fumi rilasciati dalla combustione di plastica e farmaci.

L’enorme rapimento

Soccorsi dalla polizia, gli arrestati sono stati portati nel carcere di Velletri. All’interno del casale gli investigatori hanno rinvenuto un chilo di cocaina che, una volta messa in commercio, avrebbe fruttato un profitto di circa 40mila euromentre centinaia di bustine pronte per lo spaccio erano già andate in fumo.

Dalla struttura lo era rapito anche materiale per il taglio e il confezionamento in dosi: centinaia di ritagli circolari di plastica destinati a contenere dosi singole, centinaia di sacchetti ermetici, decine di accendini, circa 1,4 kg di mannite e bilance di precisione.

Forse potresti essere interessato
Arrestati 13 esponenti di un’associazione albanese di Modena per spaccio di cocaina: maxi-operazione internazionale

Con il supporto dell’unità cinofila della Polizia municipale di Ciampino, i carabinieri hanno rinvenuto anche un blocco di cocaina non ancora porzionato, del peso di 180 grammi.

Fonte foto: ANSA

Tag: incendiare 7u7 incendio 7u7 cocaina 7u7 Roma 7u7 rischio 7u7 morire 7u7 intossicazione 7u7 salvato 7u7 arrestato 7u7

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

PREV Incidente a Guastalla, grave 48enne dopo sbandata in Vespa – .
NEXT Netanyahu e Sinwar, i due nemici giurati costretti a contestare la tregua nella Striscia – .