Parte da Lecce la settima edizione del Festival della Lingua Italiana Treccani – .

Libera, repressa, infantile, presente anche nella fase senile, la sessualità comporta dal punto di vista linguistico una riflessione sempre più urgente e approfondita, considerando quante implicazioni e quante incomprensioni determina nelle relazioni sociali. A questa parola è dedicata la settima edizione del Treccani Festival della lingua italiana leparolevalgono , un progetto realizzato da Treccani Cultura – con il patrocinio di Rai per la Sostenibilità ESG e la Media partnership di Rai Cultura e Rai Radio3 – per presentare le proposte più rilevanti temi della costante ricerca di Treccani sulla lingua italiana, ponendo particolare attenzione al valore delle parole come mezzo di espressione e di ragionamento, di condivisione e di confronto rispettoso tra posizioni diverse.

Dal 3 al 5 maggio il Festival prenderà il via da Lecce con tre giorni di dialoghi, incontri, laboratori e spettacoli. Tra gli ospiti i teologi Marinella Perroni e Shahrzad Houshmand, l’autore e conduttore dei programmi di Radio3 Scienza Marco Motta, la psicologa Alice Mado Proverbio, lo storico dell’arte Lorenzo Madaro, il critico letterario Marco Antonio Bazzocchi, la filosofa Elettra Stimilli, la psicanalista e il filosofo Sergio Benvenuto, il medico e psicoterapeuta Alberto Pellai, la psicopedagogista Barbara Tamborini, i linguisti Marcello Aprile, Benedetta Baldi, Maria Vittoria Dell’Anna, Debora De Fazio, Beatrice Perrone, Rocco Luigi Nichil e Carolina Tundo.

Sabato mattina Renzo Rubino e Rachele Andrioli saranno i protagonisti del format Le parole delle canzoni. Le tre serate si concluderanno con la lezione/spettacolo Saba, scritta e rappresentata da Mauro Covacich in occasione del 140° anniversario della nascita del poeta triestino (venerdì), l’esecuzione dal vivo del progetto elettronico Queen of Saba (sabato) e il concerto Donna Ginevra e le Stazioni Lunari con Ginevra Di Marco, Francesco Magnelli e Andrea Salvadori (domenica).

“L’insieme dei caratteri e dei fenomeni della vita sessuale”: la sola definizione di sessualità contenuta nel Vocabolario Treccani giustifica l’idea di dedicare il Festival della Lingua Italiana Treccani 2024 a questa parola che, dopo il capoluogo salentino, arriverà anche a Roma il 25 e 26 maggio e Lecco dal 27 al 29 settembre. Dalla mappa semantica realizzata dai co-direttori dell’ultima edizione del Vocabolario Treccani, Valeria Della Valle e Giuseppe Patota, emerge quanto sia opportuno e necessario approfondire i significati di questo termine e quelli ad esso collegati. Amore, affetto, desiderio, seduzione, piacere, erotismo, con riferimento agli aspetti meno controversi. Identità di genere, asessuale, transessuale o transgender, in relazione a realtà sempre più presenti nella nostra società. Per arrivare infine a quelle voci che evidentemente denotano una totale ignoranza del valore profondo di questa parola, come molestare, stuprare e stuprare.

Attraverso l’analisi storica dell’evoluzione della sessualità nella società italiana, i dibattiti su questioni contemporanee come l’identità di genere, i diritti LGBTQIA+ e la consapevolezza corporea, la rappresentazione artistica e letteraria della sessualità, sarà possibile promuovere la comprensione e la discussione su temi spesso mistificati. Di qui l’attenzione anche ad altre parole come emozione, passione, fantasia, libertà sessuale e libertà morale, bisessuale, genere, genere fluido, binario e non binario e, più in generale, orientamento sessuale, oggi più che mai aperte a molteplici considerazioni e sfumature. Perché l’Osservatorio Lingua Italiana Treccani, con il suo hashtag leparolevalgono , cerca ogni giorno di migliorare l’uso e la conoscenza della nostra lingua.

«Per identificare questa parola abbiamo lavorato cercando di intercettare i bisogni di una nuova generazione per capire, grazie anche ai canali social, quali parole attirassero maggiormente l’attenzione e su quali fosse utile avviare un dialogo. Abbiamo così scoperto che una delle parole più ricorrenti è stata sessualità, che sarà la parola chiave della settima edizione del Festival”, sottolineano Della Valle e Patota. «Mai come quest’anno abbiamo prestato particolare attenzione a tutte le parole che ruotano attorno a quella principale, perché attraverso le relazioni linguistico-lessicali riusciremo a guidare le persone verso un uso consapevole e appropriato dei termini. Siamo convinti che conoscendone il significato si possa migliorare la qualità dei rapporti personali e ridurre quegli eccessi, non solo verbali, che possono portare a situazioni spiacevoli, spesso estreme, e anche a profondi motivi di incomprensione attorno al tema della sessualità”.

Il Festival Treccani della lingua italiana è organizzato a Lecce dalla Fondazione Treccani Cultura in collaborazione con la Regione Puglia (Assessorato al Turismo, Economia della Cultura e Promozione del Territorio) e Teatro Pubblico Pugliese grazie al Piano Straordinario 2023 Custodiamo la cultura in Puglia – Fondo Speciale per la Cultura e i Beni Culturali LR 40/2016 – art. 15 – Comma 3, Centro Biblio-Museale di Lecce, SOI – Società Oftalmologica Italiana e Fondazione Giancarlo Pallavicini, il contributo di Treccani Reti e con il patrocinio di Rai per la sostenibilità ESG, Provincia di Lecce, Comune di Lecce, Università del Salento. Media partner Rai Cultura e Rai Radio 3.

Gli incontri e gli spettacoli del Festival saranno ad ingresso gratuito fino a esaurimento posti.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

PREV Omicidio Luca Sacchi, 27 condanna definitiva per Del Grosso. Nuovo ricorso per gli altri imputati – .
NEXT L’IC Alfieri vola a Budapest per il Forum su Inclusione, Identità e Azione ~ CrotoneOk.it – .