Corigliano Rossano, la scelta certosina dei candidati per ottenere il massimo consenso – .

Ora si sta delineando una vera e propria battaglia tra partiti e movimenti politici per conquistare le simpatie dei candidati individuati come portatori di voto, mantenendo il massimo riserbo sui nomi per evitare simili interventi da parte degli avversari politici sul candidato, o nei confronti dei parenti soprattutto quando si tratta di a famiglie importanti e solidali.
Ma succede anche che si intervenga su candidati già noti per portarli dalla propria parte, soprattutto quelli che hanno cambiato orientamento politico. Non è un caso, secondo quanto appreso dalla stessa persona, il consigliere comunale Francesco Madeoex capogruppo di Azione, che ha espresso pubblicamente il cambio di orientamento politico insieme ad altri “amici”, decidendo di sostenere il sindaco Flavio Stasi, la coalizione avversaria lavora su di lui per riportarlo “all’ovile”. Ma a quanto pare l’assessore ad Azione ha ribadito e confermato con decisione la sua scelta e quella dei suoi amici del gruppo di sostegno al sindaco.
Intanto chi non ha difficoltà ad apparire all’esterno si rivolge ad amici e conoscenti per informarli della propria candidatura. Tra questi, secondo quanto appreso da conoscenti, dovrebbe figurare l’ex capo della Tesoreria del Comune, Tonino Uvache aveva già avuto esperienze politiche in passato e anche come candidato nell’allora partito Udeur, di cui era segretario comunale, guidato a livello nazionale dall’On. Clemente Mastella.
In tale veste l’Uva ha dimostrato il proprio impegno nel mantenere viva la Corte di Rossano, come avviene già da alcuni anni. Oggi, da dipendente comunale in pensione, sempre secondo le indiscrezioni raccolte, avrebbe scelto di candidarsi in una delle liste civiche della Stasi (si parla della lista “Uniti per la Stasi sindaco”), per dare il suo contributo civico alla città. . Anche nella coalizione opposta di centrodestra, con sindaco Pasqualina Strafacenon si nasconde, Flavio GrazianiHa parlato l’attuale infermiere della sala operatoria dell’ospedale Giannettasio di Corigliano Rossano, che ha deciso di sostenere la coalizione di centrodestra candidandosi nella lista di Fratelli D’Italia, il partito di cui è iscritto.
Non confermerebbe la sua candidatura a Fratelli D’Italia, consigliere comunale, Giovanni Maria Vergadorosubentrato pochi mesi fa nel Consiglio Comunale a seguito della triste scomparsa del consigliere comunale di Avanguardia Libera, Raffaele Vulcano parte del Gruppo Misto. Vergadoro, entrato in giunta, ha costituito il gruppo FdI, assumendo il ruolo di capogruppo.
Non abbiamo avuto l’opportunità di scoprire il motivo della mancata candidatura. Sembra, però, che abbia preso la decisione a causa della presenza in una delle liste della coalizione a sostegno della Stasi del suo socio con cui condivide l’attività imprenditoriale, Giovanni Spina.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

PREV Sono gravi le condizioni dei due fratellini accoltellati dal padre che si trova in carcere – .
NEXT I migliori formaggi e pani Roma e Lazio, premiate otto aziende della Tuscia – .