“Parma è la quinta provincia italiana per valore aggiunto pro capite. Richiedo sostegno per l’aeroporto. Buono l’accordo sulla Tirreno Bennero. Ritardi nella lotta contro la peste suina. Il Carlino deve aiutare la rigenerazione urbana”

“Parma è la quinta provincia italiana per valore aggiunto pro capite. Richiedo sostegno per l’aeroporto. Buono l’accordo sulla Tirreno Bennero. Ritardi nella lotta contro la peste suina. Il Carlino deve aiutare la rigenerazione urbana”
“Parma è la quinta provincia italiana per valore aggiunto pro capite. Richiedo sostegno per l’aeroporto. Buono l’accordo sulla Tirreno Bennero. Ritardi nella lotta contro la peste suina. Il Carlino deve aiutare la rigenerazione urbana”

“Le recenti elezioni europee ci vedono proiettati verso un nuovo periodo. L’Unione europea non è sempre stata in grado di reagire tempestivamente alle sfide globali. Di conseguenza, oltre ai naturali presupposti di sicurezza, basilari per ogni forma di sviluppo e di crescita, per la prossima governance europea chiediamo una visione industriale innovativa, concreta e non ideologica”.

Lo ha dichiarato Gabriele Buia, presidente dell’Unione industriali di Parma, nel suo intervento in occasione della 79esima assemblea annuale.

Buia ha inoltre sottolineato che Parma è la quinta provincia in Italia per valore aggiunto pro capite con una produzione industriale in crescita dell’1,5% e un fatturato totale con una variazione media del 5% nonostante le luci e le ombre dell’economia nazionale. Il presidente ha poi rivendicato il sostegno dato all’aeroporto – “non a beneficio diretto dell’associazione, ma solo ed esclusivamente a favore del territorio” – nonostante il clima “spesso di manifesta avversione verso un’infrastruttura che non fa altro che portare beneficio alla città”. Poi ha espresso soddisfazione per l’accordo tra Regione Emilia-Romagna e Regione Lombardia per il completamento della Tirreno Brennero e ha ribadito con forza il tema del fermo dell’Alta Velocità nel Parmense. Se non è possibile lo stop online allora bisognerà utilizzare l’interconnessione, «un’opera costata 120 milioni di euro e subito abbandonata».

Il presidente Buia ha ricordato anche l’importanza del nuovo Piano Urbanistico Generale (Pug): “Parma ha bisogno di uno strumento semplice, flessibile, di rapida attuazione per il governo del territorio e che consenta concretamente la rigenerazione urbana”. L’UPI è quindi pronta a collaborare con il Comune.

Buia ha poi ricordato il recente successo di Cibus e il valore creato da Fiere di Parma, prima di passare all’importanza della formazione e dell’Università di Parma, ricordando le tante iniziative di alta formazione, fondamentali per lo sviluppo del capitale umano e di conseguenza per la tessuto economico della provincia.

Il presidente ha poi espresso preoccupazione per l’epidemia di peste suina “che ha colpito la nostra provincia”. Purtroppo, nonostante la professionalità e la competenza dei servizi veterinari, nota Buia, la risposta “degli altri organi preposti non è stata tempestiva e adeguata”, poiché dalla denuncia della situazione all’ottenimento del “decreto per l’eradicazione degli animali con l’uso dell’esercito”. Ora, però, deve cambiare l’approccio alla malattia a livello europeo che “penalizza estremamente i nostri stabilimenti produttivi che garantiscono livelli assoluti di sicurezza nel loro lavoro”.

Il discorso si è concluso con un sentito ringraziamento all’azione delle Forze dell’Ordine per la loro attività a tutela della sicurezza. Il presidente ha ricordato che “anche in un contesto in cui non mancano problemi ed episodi di microcriminalità che creano allarme e preoccupazione tra i cittadini”, quest’ultima non va sottolineata per “non lanciare messaggi sbagliati sulla nostra città” .

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

PREV Una giornata porte aperte a Varese per conoscere l’associazione “Varese Oltreconfine” – .
NEXT Team Altamura, a Moussa Manè del Bari piace la corsia destra: la situazione – .