“Grande risposta in Piemonte” – .

VERSO IL VOTO


13:40 sabato 20 aprile 2024

Il leader M5s al MoviFest di Settimo con il candidato presidente della Regione. “La nostra aspettativa è che i cittadini apprezzino le nostre battaglie”, afferma, invitando a non dare peso ai sondaggi che registrano un calo – VIDEO


I sondaggi non sono confortanti, ma il 5 stelle non sono affatto rassegnati. “In Piemonte la nostra aspettativa è di avere una risposta enorme da parte dei cittadini – ha affermato Giuseppe Conte oggi a Settimo Torinese, a margine della MoVifest, la celebrazione del movimento piemontese –. Un apprezzamento per quello che facciamo, anche i sacrifici, perché noi sui territori con le nostre regole siamo penalizzati per il doppio mandato, per il fatto che il nostro rigore nella formazione delle liste ci impone di non prendere disertori, di non prendere acchiappa-voti , di rifiutare assolutamente qualsiasi mano tesa da qualche stickman. Quindi si gareggia nei territori partendo da una posizione di svantaggio, e spetta ai cittadini riconoscere se hanno a cuore questi valori, questi principi, e aiutarci a recuperare questo svantaggio iniziale”.

Scortato dallo stato maggiore del partito, con il candidato alla presidenza della Regione in prima fila Sarah Disabato il capo M5 suggerisce di non dare troppa importanza ai risultati prima della votazione. «Notoriamente non commissiono sondaggi e quindi come non ci entusiasmiamo quando ci attribuiscono un superamento di altre forze politiche, o comunque un progresso, così non ci preoccupiamo quando si registrano, tra l’altro, lievi cali stiamo parlando di piccole lacune. Ciò che è importante per noi è una traiettoria politica”. Quella che in Piemonte dopo un paio di mesi di incontri ha portato il Movimento Cinque Stelle a chiudere la porta all’alleanza con il PD e le altre componenti del centrosinistra. “L’importante – ha sottolineato Conte – sono le battaglie che combattiamo, l’importante è essere coerenti con i valori che professiamo, e vorremmo che lo fossero tutti perché se lo facessero tutte le forze politiche, in linea con impegni e obiettivi che dichiarano di volerlo perseguire, avremmo sicuramente molti più cittadini che voterebbero ancora”.

Qualche passaggio sulle elezioni di domani e domenica Basilicata (“C’è clima di ripresa, sono fiducioso”) e sui principali temi politici nazionali, a partire dal Pnrr: “Dobbiamo evitare che gli italiani che hanno avuto la fiducia di tutta Europa diventino, nell’immagine che potrebbe Diffondono i truffatori d’Europa: questo governo deve accettare i controlli, anzi deve rafforzarli, senza rallentare il processo di attuazione del Pnrr. Siamo preoccupati – ha aggiunto Conte – perché il governo in maniera molto miope ha voluto togliere i controlli pensando di accelerare l’attuazione, ma in realtà sta predisponendo un abbeveratoio per comitati imprenditoriali, infiltrazioni di ogni genere, comprese quelle mafiose. Abbiamo già l’evidenza di 600 milioni di truffe sul Pnrr dovute a indagini richieste dalla Procura europea: l’86% di queste indagini riguarda l’Italia”. Nessun cenno, però, alla “più grande truffa della storia della Repubblica” (per dirla con le parole di Mario Draghi) cos’è stato il Superbonus (buco di 147 miliardi) varato durante il vostro governo.


stampa_icona

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

PREV era un luogo di incontro del crimine – .
NEXT soli due punti negli ultimi 16 precedenti giocati all’Olimpico giallorosso – .