la città abbraccia gli eroi rossoblù che hanno compiuto l’impresa – .

Bologna, 23 maggio 2024 – Tutto Bologna per il Bologna. Città e bolognesi. Attività commerciali e negozianti. Tanta gente che esulta, grida e festeggia.

Le quarantamila persone presenti lungo il percorso compiuto ieri dal pullman con a bordo i rossoblù non si conoscono, ma si abbracciano e gioiscono insieme per un traguardo che sembrava impossibile, e che invece è stato raggiunto. Come diceva Pasolini, “il tifo è una malattia giovanile che dura tutta la vita”: la conquista del Champions League è stata celebrata con una festa unica per trasporto, affetto, partecipazione e intensità, con la squadra di “chi fa tremare il mondo” che sul bus scoperto – che dall’Ara ha attraversato le vie cittadine arrivando a Piazza Maggiore – si è goduta ogni singolo momento.

Il popolo rossoblù si è riunito ieri in Piazza Maggiore, dove si è conclusa la sfilata per la qualificazione alla Champions League

Un percorso in cui i ragazzi del Bologna hanno dato il meglio di sé: con occhiali a tema, cappelli da giullare e sciarpe, i calciatori si sono trasformati in veri e propri showmen.

La colonna sonora dei festeggiamenti, ovviamente, sono le canzoni di Cesare Cremonini e L’anno che verrà Lucio Dallainevitabile.

Una festa che, sotto le Due Torri, non si vedeva da decenni. Anzi, forse non si era mai visto prima: i giocatori lanciano sciarpe, magliette e berretti. Un piccolo regalo per i fan che li hanno seguiti per questo stagione incredibile. Naturalmente l’omaggio che la città ha organizzato per gli eroi che compirono l’impresa è davvero qualcosa di unico.

Il bus scoperto con i calciatori passa tra file di tifosi esultanti

In strada ieri c’erano tutti, non mancava nessuno a festeggiare e ringraziare chi ha concesso questo momento e l’ingresso in Champions League. Anche nel mezzo l’allenatore Thiago Motta che a differenza dei suoi ragazzi, allegri e senza ritegno, è rimasto più composto, con sorrisi e abbracci, ma senza stare sulla ringhiera. Dove però i calciatori hanno trascorso tutto il tempo del corteo, a cavalcioni, ballando e cantando.

Lorenzo De Silvestri Ha i capelli tinti di rosso e di blu, Noye sventola la bandiera dell’Europa, Zirkzee è impegnato a intrattenere il fiume di appassionati che affollano in massa le strade. Con gli olandesi c’è Riccardo Calafioriin piedi sulla ringhiera.

Chiudono il cerchio Riccardo Orsolini, tenendo un gonfiabile a forma di coppa e Federico Ravaglia, figlio di Bologna. Che guarda lei, la sua città, che è scesa nelle strade e nelle piazze per gioire insieme a lui.

Il cielo è rosso e blu. Bologna è rossoblu (compresi Palazzo d’Accursio, Palazzo Re Enzo e Palazzo del Podestà, illuminati con i colori del club).

Le persone sono rosse e blu. E questa squadra è più rossoblù che mai. “Questa è la vostra squadra da Champions”, dirà poi in piazza Joey Saputo al culmine della festa.

In ogni tappa del percorso, dalla partenza in via Andrea Costa, si radunano i tifosi, posizionati in ogni angolo. Fiumi di bolognesi lungo le vie Sant’Isaia, Marconi, dei Mille e dell’Indipendenza.

Ed è quasi alla fine del viaggio che Motta esce nuovamente allo scoperto, salutando commosso i tifosi: se questo sia un segno di addio o di gratitudine lo scopriremo solo più tardi, ma l’emozione, quella di aver fatto la storia, è indiscutibile. L’allenatore saluta e saluta tutti, lanciando anche un cappello.

La festa finisce in Piazza Maggiore, solo dopo aver cantato a squarciagola con il locale. Orsolini lancia il coro e la piazza esplode urlando Champions League (video). Quindi, l’oratore chiama il nome e cognome di ciascun membro della squadra e inizia il ruggito.

Applausi anche per dirigenti Di Vaio, Sartori e per il Signor Thiago Motta.

“La televisione ha detto che il nuovo anno porterà una trasformazione e noi tutti stiamo già aspettando”, ha cantato Lucio Dalla. E i bolognesi aspettavano e aspettavano. L’anno è finalmente arrivato. “Grazie ragazzi, per sempre.”

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

PREV oggi sereno, mercoledì 19 e giovedì 20 parzialmente nuvoloso » ILMETEO.it – .
NEXT Messina. “Ai tempi di Antonello. Canti, musiche e danze tra Quattrocento e Cinquecento” – .