“In un anno zero problemi risolti” – .

“In un anno zero problemi risolti” – .
“In un anno zero problemi risolti” – .

L’ex sindaco Matteo Carrara va all’attacco contro l’attuale leader del comune, Antonietta Premoli. E così, anche se Motta Baluffi non andasse alle elezioni, il clima si surriscalda. “Motta – attacca Carrara – ad un anno dall’insediamento della nuova Giunta continua a vivere un clima di inadeguatezza amministrativa. Rimangono irrisolte numerose criticità, evidenziando il grave stato di impreparazione dell’attuale management locale”.

Carrara, oggi consigliere di minoranza, elenca cosa non va. “Dall’illuminazione pubblica, ancora tormentata da numerosi lampioni malfunzionanti lungo i bordi stradali, ai cimiteri trascurati e sporchi, e con un’ala chiusa per paura di crolli imminenti. Anche l’edificio del Comune presenta gravi carenze, con canali intasati che provocano inondazioni di guano di piccione durante le piogge e erba che cresce indisturbata sui tetti, segno di una cronica mancanza di manutenzione”.

“La promessa di Premoli – prosegue Carrara – di riaprire rapidamente l’asilo nido, accompagnata da ingenti investimenti in progetti di riqualificazione (oltre 30.000mila euro al momento), non ha prodotto alcun miglioramento tangibile e nonostante i cittadini fossero stati rassicurati, sembra che la scuola resterà chiuso per un lungo periodo di tempo, deludendo le aspettative”.

“Trasparenza e competenza amministrativa lasciano molto a desiderare” dice Carrara, che denuncia “consigli comunali svolti in modo irregolare, con documenti forniti all’ultimo minuto anziché rispettare i tempi previsti. Altre azioni discutibili includono l’installazione di un rifugio su terreno privato senza avvisare il proprietario e l’installazione di segnali stradali senza le necessarie ordinanze, creando confusione tra i cittadini”.

Infine, “nonostante le promesse elettorali di riduzione della spesa Tari, l’aumento tariffario del 7% approvato nell’ultimo consiglio comunale per il 2024 dimostra un evidente disallineamento tra le parole e i fatti dell’amministrazione Premoli. E con la prospettiva di ulteriori incrementi nel 2025, che portino la spesa complessiva a cifre sempre più elevate, diventa chiaro come la mancanza di una pianificazione efficace stia causando una significativa regressione per Motta Baluffi”.

“La gestione di questi piccoli centri sarà sempre più difficile – conclude Carrara – se non si avrà una visione globale del futuro ed è necessario da subito adottare e sviluppare politiche comuni che riguardino la gestione dei servizi, delle scuole e di tutto ciò che riguarda l’assetto demografico. Il declino causerà la nostra zona”.

[email protected] (videoAlessandro Osti)

©Tutti i diritti riservati

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

NEXT AMP-Borsa oggi in diretta | Il Ftse Mib chiude in parità. Sul podio Pirelli, Leonardo e Recordati. Vendite su Tim – .