Padova. Uccidono a colpi di badile sei cuccioli maremmani, due pastori in difficoltà – .

Padova. Uccidono a colpi di badile sei cuccioli maremmani, due pastori in difficoltà – .
Padova. Uccidono a colpi di badile sei cuccioli maremmani, due pastori in difficoltà – .

SELVAZZANO – Due pastori, utilizzando delle pale, hanno ucciso sei cuccioli di pastore maremmano abruzzese. Uno di loro, il boss, Denis Paoli, 38 anni di Trento, in rito…

Sei già abbonato? Accedi qui!

OFFERTA SPECIALE

OFFERTA SPECIALE

MENSILE

€ 4,99

1€ AL MESE
Per 3 mesi

ATTIVARE ORA

– O –

Sottoscrivi l’abbonamento pagando con Google

sottoscrivi

OFFERTA SPECIALE

Leggi l’articolo e l’intero sito ilgazzettino.it

1 anno a 9,99€ € 69,99

Abbonati con Google

O
1€ al mese per 3 mesi

Rinnovo automatico. Disattiva quando vuoi.


  • Accesso illimitato agli articoli sul sito e sull’app
  • La newsletter di Buongiorno delle 7.30
  • Tutte le newsletter tematiche
  • Approfondimenti e aggiornamenti in tempo reale
  • Trasmissioni in diretta esclusive

SELVAZZANO – Due pastoriA colpi di palaloro hanno ucciso sei cuccioli Di Pastore Maremmano Abruzzo. Uno di loro, il leader, Denis Paoli 38 anni di Trentoè già stata adottata una procedura abbreviata condannato a 5 mesi per crudeltà sugli animali. Tramite il suo legale ha poi presentato ricorso alla Corte d’Appello. Il suo subordinato invece, il rumeno Micea Iulian Secanè ancora sotto processo.

Cuccioli uccisi

L’episodio risale all’11 aprile 2017. Una madre e la figlia, in sella alle loro biciclette, percorrevano la lunga sponda sinistra del fiume Bacchiglione. Quando, per una breve pausa, si fermavano a guardare un gregge di pecore. Li stanno strigliando il pastore romeno e una femmina maremmana abruzzese, in evidente difficoltà perché aveva appena partorito. Il pastore si è poi avvicinato alle due donne e ha detto di aver annegato 9 cuccioli di cane la notte prima. Madre e figlia sono tornate a casa sotto shock. La moglie ha riferito al marito quanto accaduto durante il giro in bicicletta. Quindi la famiglia ha deciso di presentare rimostranza alla polizia municipale di Padova ovest e sono iniziate le indagini coordinate dal pubblico ministero Benedetto Roberti.

Cani sepolti

Il giorno successivo gli investigatori, insieme a un veterinario, hanno raggiunto lungo l’argine il punto dove pascolavano le pecore 24 ore prima. Ma il gregge, con a bordo il pastore romeno, è stato ritrovato qualche centinaio di metri più in là. Gli agenti hanno cominciato a pressare il cittadino con una serie di domande su dove fossero finiti i cuccioli. Le stesse domande sono state poste a Paoli. Al termine veniva indicato il punto dove erano stati sepolti i sei maremmani. Quando furono dissotterrati, tre mostravano ancora segni di vita: furono subito soccorsi ma morirono poche ore dopo.

Abuso su animali

Denis Paoli, già condannato per crudeltà sugli animali, si era difeso davanti agli inquirenti giurando di essersi recato a Rabbi, comune in provincia di Trento dove risiede, alle 15 di sabato e di esservi rimasto per tutta la domenica, giorno in cui gli animali furono uccisi. tu sei maremmano. Ma la storia di “Billi”, come lui stesso si fa chiamare su Facebook dove il suo profilo è dedicato alla transumanza, non è stata ritenuta credibile dalla Procura. Ragionevolmente poté indicare con precisione, senza chiedere aiuto al suo subordinato, dove erano stati sepolti i sei cuccioli.

© TUTTI I DIRITTI RISERVATI

Leggi l’articolo completo su
Il Gazzettino

Tag: Padova uccidi Maremma cuccioli pale pastori guai

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

PREV occhi puntati su Pezzola della Samb – .
NEXT Vittoria di Pesaro al fotofinish e lunedì a Roma si deciderà chi andrà in finale. Bramante compie l’impresa e riporta alla bellezza la favorita Virtus